To Top

sqizo

documentario - 80' - 2018 - in produzione
diretto da

Duccio Fabbri


Nato nel Bronx e internato a seguito di una diagnosi sbagliata in diversi istituti psichiatrici, Louis Wolfson si ribella alla lingua madre, l'inglese, diventando linguista autodidatta e autore di culto in Francia, homeless in Canada, scommettitore incallito e vincitore di una lotteria milionaria a Porto Rico, dove oggi vive vicino al radiotelescopio più grande del mondo. Un viaggio alla scoperta del pianeta Wolfson e della sua mente “speciale” e visionaria, che ci interroga sul senso stesso della nostra esistenza.
Il regista rivela al mondo la storia di Louis Wolfson, “scrittore americano di lingua francese” che ha affascinato una generazione di intellettuali, da Sartre a de Beauvoir, da Lacan a Deleuze fino ai contemporanei Paul Auster e Jean-Marie Le Clézio. Scommettitore incallito e ribelle a qualsiasi forma di costrizione sociale, nonostante la notorietà continua la sua vita ai margini fino a decidere a settantadue anni, ossessionato dalle possibilità di altre forme di vita nell’universo, di trasferirsi a Porto Rico vicino al più grande radiotelescopio del mondo. Qui diventa improvvisamente milionario vincendo la lotteria nazionale, salvo perdere tutto per aver affidato il suo denaro ad investitori sbagliati. Oggi vive nell’appartamento numero 314 di un decadente affittacamere costruito negli anni cinquanta a San Juan. Il rombo dei motori provenienti dal vicino aeroporto accompagna la sua solitaria battaglia legale contro gli speculatori da cui ritiene di essere stato truffato.

regia: Duccio Fabbri
fotografia: Bartosz Nalazek, Duccio Fabbri
montaggio: Jacopo Quadri
musiche: Alessandro Cortini
post-produzione: Mauro Vicentini
producers: Valeria Adilardi, Luca Ricciardi, Laura Romano
prodotto da: FilmAffair
in coproduzione con: Epsi Film, Usa; Bow&Arrow, Usa; Les Films dici, France; RAI Cinema (Italia)
distribuzione internazionale: Cinephil


info